Odontoiatria e postura: il legame che non ti immagini

Spesso, nella prima fase diagnostica dei problemi posturali bisogna analizzare le condizioni della postura del paziente relative sia alla propria funzione principale, ovvero il mantenimento eretto del corpo attraverso l’azione dei muscoli e delle ossa, che lavorano insieme per mantenerlo in equilibrio, sia all’estetica. In questo contesto, occupa una funzione preminente l’odontoiatria.



Il corpo umano deve essere inteso come “totalità” perché il nostro organismo è caratterizzato dalla sincronia delle sue parti e dalla stretta interconnessione tra i suoi sistemi. Ciò significa che l’alterazione di uno o più di questi sistemi, può causare disturbi, anche molto distanti tra loro, che possono, col passare del tempo evolvere in malattie non sempre semplici da risolvere.


Oggi, infatti, è ormai ben chiaro il concetto di quanto sia importante il buon funzionamento del sistema tonico posturale, per sviluppare tutte quelle attività psicomotorie che la quotidianità ci presenta. In questo delicato equilibrio, quando qualcosa si “rompe”, emergono problemi fisici ed anche psichici che possono influenzare le diverse attività neuromuscolari.


Primi sentori di problemi posturali collegati all’odontoiatria, sono sicuramente dolori alla schiena, mal di testa, cervicale o i dolori lombari. Questi possono essere manifestazioni strettamente legate alla colonna o appunto, possono essere correlati a squilibri situati a livello della bocca (sia per mancanza di denti o per il mal posizionamento di essi) o nella mascella, che possono creare problemi di diversa natura.



Per cui, poiché esiste una connessione tra i diversi sistemi del corpo umano, è possibile determinare una relazione tra le strutture della bocca e le alterazioni che si possono riscontrare a livello della postura.



Le malocclusioni e la posizione alterata dei denti possono colpire diverse parti del corpo, determinando segni e sintomi che alterano la muscolatura del soggetto.


Al giorno d’oggi capita sempre più spesso che il paziente si rechi dal dentista per curare un dente, ma poi, in concomitanza si ritrova a guarire anche dal dolore alla schiena o dai mal di testa. Da ciò deriva l’importanza del binomio odontoiatria e posturologia, discipline che assumono un approccio che, diventa sempre più armonico.


In conclusione, è fondamentale escludere eventuali problemi orali prima di andare ad effettuare esami che possono rivelarsi invasivi per il paziente.

Anche in questo caso, prevenire è meglio che curare.


Articolo a cura di: Maria Chiara Pistritto


Le informazioni presenti in questo articolo non sostituiscono le istruzioni e i consigli del proprio medico. Per ulteriori informazioni o chiarimenti rivolgiti al tuo odontoiatra di fiducia.



24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti