I lavori digitali più richiesti per il futuro

Il COVID non ha cambiato solo l'approccio al lavoro, ha cambiato il lavoro stesso.



Dall'inizio dell'emergenza fino ad oggi, il COVID ha sconvolto i mercati del lavoro portando serie conseguenze nelle nostre vite.

Milioni di persone hanno perso il lavoro e altrettante hanno dovuto adattarsi al lavoro agile o addirittura allo smart working. Alcune figure lavorative si sono rivelate necessarie per contribuire alla sopravvivenza - o alla crescita - di alcune imprese "tradizionali".


I mercati del lavoro cambiano e con loro anche le figure che ve ne fanno parte, non a caso la stampa estera parla di una vera e propria rivoluzione digitale.


L'accelerazione e in molti casi l'adozione della tecnologia, i nuovi modelli di business e l'aumento della domanda di determinate competenze e professioni all'interno delle organizzazioni, ha cambiato molto il modo in cui lavoriamo, ma ha anche cambiato gli stessi lavori che stiamo facendo.



Come è cambiato e sta cambiando lo scenario lavorativo


La pandemia ha costretto imprese e istituzioni a rivedere le proprie dinamiche lavorative, numerosi sono stati gli investimenti in tecnologia. Sulla base di queste considerazioni c'è ragione di prevedere un futuro in cui saranno ancora presenti le riunioni da remoto assieme allo svolgimento di determinate mansioni.


Molti cittadini - per le istituzioni - e molti consumatori - per le imprese - hanno inoltre scoperto la comodità e la convenienza di svolgere un certo tipo di azioni attraverso l'online. Si pensi ad esempio alle farmacie, ai servizi bancari oppure ai servizi di streaming.


E proprio da questi fatti derivano le conseguenze lavorative a cui si accennava in precedenza, la pandemia - facendo un esempio - ha tolto le forze al settore turistico ma ha incentivato invece i servizi di trasporto merci. Emerge una contrapposizione tra settori lavorativi.


Il nuovo mondo digitale, professioni da non sottovalutare


In passato molte professioni digitali vivevano una situazione di alti e bassi. A seconda della città e del tipo di attività, un professionista poteva risultare essenziale o superfluo.


Oggi si assiste ad una nuova tendenza, anche le piccole attività di paese avvertono l'esigenza di dover essere online e sempre aggiornate. Seppur con budget e obiettivi ridotti, sia chiaro!


A dimostrarcelo è lo stesso LinkedIn, un'applicazione social dedicata ai professionisti e alla ricerca di opportunità lavorative. Ora gli annunci sono moltiplicati in ogni area d'Italia, anche da parte di piccole realtà.


Ecco quindi alcune nuove professioni che - secondo le principali testate di settore - saranno ricercati in tutto il mondo, con un ottimo riconoscimento economico:


- Plant manager

Il capo progetto è responsabile di tutte le operazioni di un impianto di produzione. Ciò include la gestione e il coordinamento delle attività quotidiane per garantire sempre elevate prestazioni e produzione. Altri compiti includono la garanzia del rispetto delle politiche e delle procedure aziendali, nonché l'assistenza nel processo di onboarding dei nuovi assunti e la fornitura di materiale formativo e didattico ai membri del personale.


- Data scientist

I data scientist sono delle figure fondamentale in azienda perché raccolgono e analizzano grandi insiemi di dati strutturati e non strutturati. Combinano informatica, statistica e matematica e analizzano, elaborano e modellano i dati, quindi interpretano i risultati per creare piani attuabili per aziende e altre organizzazioni. Il compito più importante è quello di dare un senso a dati disordinati e non strutturati, da fonti come dispositivi intelligenti, feed dei social media e mail che non si adattano perfettamente a un database.


- Category manager

Il category manager è il collante di qualsiasi buona azienda che vende beni al pubblico o vende beni ai rivenditori, lavora con marketing, società di ricerca, trade marketing, supply chain e dipartimenti commerciali per garantire che un messaggio e una strategia di categoria comuni siano compresi e implementati. Motiva l'acquirente su quali tendenze ci sono nella categoria, cosa stanno facendo i nostri concorrenti, quali strategie stanno implementando i rivenditori, e altro. Queste informazioni sono fondamentali nel processo decisionale in cui le aziende devono capire su chi e cosa puntare, come categorie, gamma o prodotto.


- Cyber security expert

Una professione molto importante e richiesta, il cyber security expert è colui che protegge le informazioni da accessi non autorizzati, duplicazioni illegali e furti. Analizza dove sono i rischi e quindi escogita una strategia per prevenire le violazioni.


- Cloud architect

Il cloud architect è un professionista IT responsabile della supervisione della strategia di cloud computing di un'azienda. Ciò include piani di adozione del cloud, progettazione di applicazioni cloud e gestione e monitoraggio del cloud. Supervisiona l'architettura e l'implementazione delle applicazioni in ambienti cloud, inclusi quello pubblico, privato e ibrido.


- Social media manager e Content creator

La comunicazione è una necessità fondamentale per ogni azienda e le figure di social media manager e content creator sono richieste sempre di più. Sono delle professioni che sono partite piano piano ma che oramai hanno subito tantissimi cambiamenti.


- SEO specialist

La SEO è importante, tutti ne parlano ma pochi la conoscono davvero. Il compito di chi si occupa di SEO è quello di migliorare il posizionamento dei siti Web sui principali motori di ricerca, ma non si tratta solo di editare testi e titoli di un sito web, è molto di più. Garantisce l'ottimizzazione on-page per produrre risultati di ricerca pertinenti e un'esperienza utente positiva, aumentando il traffico del sito, il volume di lead e la consapevolezza del marchio.


Articolo a cura di: Riccardo Galvagni



34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti