Angela Chianello ci ha fregati tutti?

Aggiornato il: 27 ott 2020

Essere virali, sui social, come Angela Chianello di "Non ce n'è coviddi" a volte non basta. Un pubblico, composto da amici e supporter, va coltivato nel tempo. Diffidate dai grandi numeri e dai pochi contenuti. Un "Buon giorno da Mondello" può valere una risata... ma vale un vostro like e follow?


Angela Chianello ci ha fregati tutti?  - Il confronto quotidiano

Io e te non ci conosciamo però di sicuro abbiamo una persona che ci accomuna. Anzi, abbiamo ben 3 frasi che ci possono aiutare a rompere il ghiaccio. Se ti dicessi “Buongiorno da Mondello”? Ecco, faresti bene a sorridere.

In questo mio primo articolo voglio parlarti della cosa che più ho a cuore quando si affronta il tema del lavoro e del passatempo: i social. Questi strumenti utilissimi ci permettono di fare qualsiasi cosa, puoi usarli per rimorchiare così come per trovare lavoro. Sono strumenti intelligenti, capaci di offrire contenuti personalizzati in base alle interazioni che vengono eseguite dentro di essi.

Bene, la lezione accademica è finita. Ora entra in gioco Angela Chianello.

Per chi non ha fatto i compiti casa, dovete sapere che la signora Angela è tra le persone più cercate su Google. Si può parlare di una web star, ospitata in televisione e continuamente citata durante i beach party a cui io non andavo perché a forza di “non c’è ne coviddi” anche Briatore poi è rimasto fregato. Tra l'altro Conte ha da poco pubblicato il nuovo Dpcm quindi lo scrivo così vado a migliorare la SEO (indicizzazione utile ai motori di ricerca) di questo articolo.

Torniamo a noi.


Ho appena controllato la pagina Instagram della signora Chianello: 177 mila follower. Centosettantasettemila persone che hanno cliccato “segui” sul profilo di una persona sbucata fuori dal nulla. Niente male. Ovviamente i social si sono scatenati, c’era chi parlava di “genio del marketing” e chi invece optava per un democratico “toglierei il diritto di voto a chi la segue”. La mia visione sta un po’ nel mezzo, ho capito che non c’è nulla di sbagliato nel cavalcare un’onda mediatica che ci vede protagonisti. Ognuno nella vita cerca di fare i propri interessi.

Ma tu invece che interessi hai? Mi spiego meglio. Io ho appena 600 follower su Instagram. Tolti gli amici, il resto sono persone che mi hanno seguito perché evidentemente apprezzano i contenuti che offro. Di tanto in tanto uso le mie storie per commentare notizie, mi piace generare discussioni. Faccio ciò per cui i social sono nati: condividere qualcosa di noi stessi.

Se fossi bello riempirei il profilo di foto in spiaggia, fotografato mentre sorseggio qualche drink esotico con la tartaruga in bella mostra. Se fossi un fotografo inizierei a pubblicare gli scatti più belli con l’intento di farmi conoscere ed emozionare chi mi segue.

La verità è che i social sono un biglietto da visita. Se sai fare qualcosa, se hai una passione, se piaci esteticamente... Cosa fai esattamente di sbagliato se sfrutti ciò che ti rende speciale? Nulla!

Più cresco e più capisco che i social hanno bisogno di me così come di te. Hanno bisogno di qualcuno che li utilizzi per portare un valore aggiunto, consci del fatto che ci sarà sempre chi bara per ottenere i riconoscimenti che noi tanto vorremmo.


L’unica soluzione è essere presenti, pronti ad interagire con gli altri utenti. Scambiarsi opinioni, collaborare, mettere like. Tre semplici gesti che, se usati consapevolmente, farebbero capire ad Instagram quali sono i contenuti di qualità che la gente dovrebbe vedere.

Questo articolo ne è la prova, non è di certo stato scritto bene. Non sono un articolista, mi occupo della parte tecnica legata al sito web e i social della rivista "Il confronto quotidiano".


Ho voluto vederlo come un confronto quasi parlato. Ne esco soddisfatto, se sei arrivato fino a qui di sicuro ti sarai fatto un’idea in merito all’argomento trattato. Diciamo che Angela Chianello è stata un po' il mio pretesto per parlare di come i social, se si vuole, possano essere un valido strumento di auto - promozione.


Se l'articolo ti è piaciuto, lascia un mi piace qui sotto e segui il canale che non ho.


Riccardo Galvagni




272 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti